8.9.08

Riccardo Cavallo: da "Cicli del Beccafumi" (1993)



Il Beccafumi trova la troia di benessere


Il Beccafumi si trovò

una troia di benessere.
Il tenue profilo, la dipinse
quasi occultata dal tronco dell'abete.
Il cielo divorato dai rosa in fondo.

Questa volta il Beccafumi erano in tre: in due specchi
dunque quattro, commentarono, e la nebbia saliva,
dodici di loro, tutti traditori, fissi nell'immobilità della fuga
con il bavero di pelliccia rialzato
(Huineng: non c'è specchio)




lucio fontana: io sono un santo